Come scegliere un tappetino

Come scegliere un tappetino:

Quando si pratica yoga su un buon tappetino (yoga-mat), la qualità della pratica può cambiare nettamente! E’ l’unico accessorio che usiamo durante le ore di pratica settimanali o quotidiane, e possiamo considerarlo un investimento: non deve ostacolarci, ma deve darci un supporto per una pratica corretta.

Una delle cose più importanti da considerare è lo spessore, perché soprattutto nella pratica dell’Ashtanga Yoga si sollecitano molto le articolazioni. Lo spessore deve essere tale da assorbire l’impatto delle ginocchia e dei gomiti negli asana e deve avere un buon grado di assorbimento e trazione del sudore, in modo che la schiena, le spalle e le ginocchia non possano scorrere aumentando lo sforzo per non scivolare.

Il mantenimento della pulizia del tappetino sarà fondamentale, perchè con il sudore e il trasporto si riempirà di microbi, quindi dovremmo cercare di farlo frequentemente. Quindi nella scelta del yoga mat dovremmo assicurarci che resista ai lavaggi frequenti e che ci impedisca di scivolare tra un asana ed un’altra.

Il prezzo di un buon tappetino può essere molto variabile: dobbiamo considerare che più ore di pratica eseguiamo, e più dobbiamo dotarci di uno yoga mat di buona qualità! La maggior parte dei praticanti di yoga estende la cura che hanno per se stessi e per l’ambiente circostante. Esistono tappetini yoga con coscienza ambientale disponibili.

Infine per mantenere il nostro tappetino in bune condizioni dovremmo anche pensare nel trasportarlo in una yoga-bag, idonea alla misura del nostro tappetino (vedi shop on line).