“Ashtanga Yoga is 99% practice and 1% theory”
Sri K. Pattabhi Jois

                                                DSC_1308

 

“La pratica di asana e pranayama è una pratica che, eseguita con determinazione e costanza, porta al controllo del proprio corpo ( del proprio se’) e della mente”.

Come diceva Patthabi Jois quindi in primo luogo e’:

“ practice, practice, practice” per avere una reale comprensione dello Yoga.

Normalmente le prime classi di Astanga Yoga, nella mia piccola esperienza, iniziano con sentimenti di euforia, volonta’, passione, mescolati con l’energia di tutte le persone presenti nella stanza. Dopo alcuni mesi o dopo un anno, entrano dei sentimenti di contraddizione, frustrazione, si vuole capire se la pratica che stiamo eseguendo, essendo molto fisica e dura, portera’ mai a un risultato! E improvvisamente tutti sono in grado di chiudere qualche asana, tutti meno che il sottoscritto! Si muove la nostra energia ristagnante, cominciano a uscire i primi “nodi” emozionali passati, e l’effetto di positivita’ delle prime settimane svanisce.

Ed e’ proprio qui che il nostro lavoro interiore ha inizio. Pensiamo sia una coincidenza questa sensazione di dubbio e malessere psico-fisico. Ma non lo e’! Se una persona decide di seguire costantemente la pratica, ecco che allora arriva il risultato. Arrivano le sensazioni di benessere, leggerezza, serenita’, arrivano le risposte. Controllare la propria mente, personalmente, e’ anche legato al senso di liberta’.

Che cosa significa veramente essere liberi? Come si puo’ essere felici se affidiamo la nostra felicita’ sempre nelle mani di altre persone o altre situazioni? Come possiamo essere felici se la serenita’ e la gioia non partono dal nostro piu’ profondo “Io”?

Una famosa frase buddhista che sempre mi eccheggia nella mente e’ “LA FELICITA’ E’ UNA SCELTA”.

E con la pratica dello yoga costante impareremo a dominare il nostro corpo, a respirare, a volerci bene, a dominare la nostra mente e improvvisamente noi decideremo di essere felici. Noi nel nostro essere, e chi sara’ al nostro fianco si illuminera’ della nostra energia, luce, serenita’, armonia. Avete mai visto o sentito la vicinanza di un vero yogi cosa provoca in noi? Sensazioni di pace e tranquillita’, felicita’ assoluta.

Questo’ e’ amare noi stessi.

Questo e’ yoga.

Questa e’ la vera pratica.

Questoa e’ la vera liberta’.

Practice, Practice, Practice…for to be free!

Namaste’